Feed

feed-image

News ed interventi inerenti gli Stati Generali

delle Associazioni degli Italiani all'Estero

Perchè gli Stati Generali dell'Associazionismo

16 federazioni nazionali delle associazioni degli italiani all'estero, assieme al Coordinamento delle consulte regionali dell'emigrazione, hanno lanciato, lo scorso 11 giugno, il percorso di avvicinamento agli Stati Generali dell'Associazionismo di emigrazione che si svolgerà all'inizio del 2015. Esso prevede una serie di iniziative entro il prossimo autunno che, oltre ad allargare il comitato organizzatore alle federazioni più rappresentative operanti all'estero, a quelle regionali e alle associazioni della "nuova emigrazione", consentano di analizzare la consistenza, le problematiche, le novità sorte negli ultimi anni nel movimento associativo degli italiani all'estero.

Stati Generali Associazionismo: intervista al vice presidente dell'Ist. F. Santi, Rino Giuliani

Con la riunione della settimana scorsa a Roma presso la Domus Mariae le associazioni che hanno promosso l’organizzazione degli Stati Generali degli italiani nel mondo mostrano di voler accelerare i tempi . Da cosa nasce questa idea e quali sono gli obiettivi?
La decisione di indire gli stati generali dell’associazionismo degli italiani nel mondo nasce alla fine di un processo che si è sviluppato in modo autonomo ed all’interno del mondo associativo.
Il processo è stato lungo e si è intersecato con altre esigenze di rinnovamento restate irrisolte riguardanti diverse componenti dell’articolata realtà degli italiani nel mondo.

Volpini (Cgie-Acli): Con Stati Generali Associazionismo rivitalizziamo un grande patrimonio

Il mondo associativo degli italiani all'estero al centro di una iniziativa che intende rilanciare ruolo ed attenzione in Italia come all'estero su questo patrimonio di conoscenze e competenze che rischia di essere vanificato. Ad annunciarla un esponente del mondo dell'associazioni e consigliere del Consiglio Generale degli Italiani all'estero nella giornata conclusiiva dei lavori dell'Assemblea Plenaria.
"Abbiamo preso coscienza ma anche piena consapevolezza che il mondo dell'associazionismo deve uscire dall'angolo in cui si è in parte cacciato per sua responsabilità ma anche per responsabilità istituzionale. "afferma ad Italialavortv Roberto Volpini, esponente delle ACLI, oltre che componente della Consulta nazionale delle Associazioni italiane nel mondo e del Comitato di Presidenza del Consiglio Generale degli Italiani all'estero di nomina governativa.

Intervista al direttore generale della Migrantes, Giancarlo Perego

“Il giovane italiano che oggi si reca all’estero deve trovare nell’associazionismo un punto di riferimento e accompagnamento. Aspetti che sappiamo essere importanti anche per gli immigrati che giungono in Italia. Senza accompagnamento c’è sfruttamento e solitudine e l’incapacità a tutelare la dignità delle persone”

ROMA – Mentre il mondo della politica italiana, superato l’appuntamento delle elezioni europee, torna a concentrasi sulle riforme costituzionali e sulle problematiche economiche del Paese, la vasta galassia della rappresentanza e dell’associazionismo italiano nel mondo si avvia ad affrontare nuove sfide dettate sia dalla netta ripresa dei flussi migratori dei giovani connazionali verso l’estero, sia da importanti appuntamenti elettorali, rinnovo Comites e Cgie, e di confronto, come ad esempio gli Stati Generali della Lingua Italiana nel Mondo, previsti a Firenze per il prossimo mede di ottobre.