Feed

feed-image

Selezione di notizie e interventi da FIEI Nazionale

Elezioni dei Comites: una occasione da non perdere per dare rappresentanza alla nuova emigrazione

Comunicato FIEI - Filef e Istituto Fernando Santi
E’ forte il rischio che le imminenti elezioni dei Comites registrino una bassa partecipazione, sia per i brevi tempi con cui sono state indette sia per le modalità di realizzazione previste per l’iscrizione nei registri degli elettori, sia perché esse avvengono a distanza di 10 anni dalle precedenti a causa dei continui rinvii decisi da di versi governi. 
Un sentimento di sfiducia si registra da alcuni anni dentro le nostre collettività emigrate e riguarda non solo l’attività dei Comites, ma anche quella del Cgie e dei parlamentari eletti all’estero.

Da Filef: Nuove generazioni nei nuovi spazi e tempi delle migrazioni

La Filef (federazione lavoratori emigranti e famiglie) che ha curato la pubblicazione di questo volume di recente uscita per i tipi della casa editrice Ediesse, ne raccomanda la lettura.
Innanzitutto perché si tratta di un volume , che pur analizzando i diversi aspetti della problematica migratoria, negli ultimi anni e nella fase attuale, in particolare il rapporto tra emigrazione-immigrazione-emigrazione di ritorno, dedica buona parte della sua attenzione al fenomeno delle nuove emigrazioni dall’Italia. Queste ultime, come la maggior parte delle ricerche e testimonianze presenti nel libro evidenziano e rappresentano la fase nuova dei movimenti migratori e rispetto al passato permettono di valorizzare aspetti del tutto originali dei fenomeni migratori. Ad esempio, rispetto ai tradizionali flussi migratori che hanno riguardato in diverse fasi l’Italia, ma anche l’Europa, si può far rilevare che ai flussi in uscita oggi non corrisponde un vero e proprio flusso di ritorno. Quindi il saldo migratorio è davvero tutto espresso (al netto) dai giovani che vanno via. 


Va poi fatto notare che tra le diverse modalità di integrazione dei giovani italiani all’estero, appare quasi del tutto trascurata la storica rete dell’associazionismo e comincia ad emergere una qualche preferenza per la costruzione di nuovi canali e reti che utilizzano le nuove tecnologie e che parimenti però presentano una forte impronta in grado di arricchirsi di preziosi contributi multiculturali. 

Infine il ruolo sempre minore delle istituzioni finora delegate alle politiche migratorie fa prevedere per il futuro una significativa perdita di identità, nazionali e regionali.

In questo campo d’indagine e di forti novità si sono mossi noti studiosi e operatori garantendo in qualche modo la qualità e la coerenza dell’impianto analitico del volume: tra questi, Enrico Pugliese, Rodolfo Ricci, Francesco Calvanese, Anselmo Botte, Adriana Bernadotti, Grazia Moffa, Antonio Sanfrancesco, ma ad essi vanno aggiunti anche i giovani partecipanti all’esperienza del progetto "Ebasco-Giovani attivi" promosso nel 2012 dalla Regione Campania, cui si richiama esplicitamente la ricerca. Tra questi giovani si segnalano i contributi di Alessandra Cosimato, Fabio Esposito, Serena Capacchione, Massimiliano Torre, Alfonso e Milena d’Urso. 

Partendo da tale quadro in crescente movimento e allo stesso tempo di graduale apertura delle nuove generazioni verso lo scenario internazionale, il libro fa toccare con mano la grande inadeguatezza delle analisi attuali in materia, pur in presenza dell’affacciarsi di una nuova consapevolezza rivolta ad impegnarsi per la più ampia comprensione delle trasformazioni in corso.

Esso infatti ci suggerisce, studiando le migrazioni, di mettere al primo posto le nuove migrazioni e le nuove generazioni: è senz’altro questo il primo passo da fare.


(Francesco Calvanese, Presidente Filef)


------------------


Il libro può essere scaricato qui:

http://cambiailmondo.files.wordpress.com/2014/08/filef-nuove-migrazioni_book.pdf


Per acquistare il libro in cartaceo, rivolgersi alla casa editrice Ediesse: 
http://www.ediesseonline.it/

oppure alle librerie on-line su internet (Hoepli, Libreria universitaria, ecc.)

Nuovo libro Filef: Le nuove generazioni nei nuovi spazi e nuovi tempi delle migrazioni

La Filef (federazione lavoratori emigranti e famiglie) che ha curato la pubblicazione di questo volume di recente uscita per i tipi della casa editrice Ediesse, ne raccomanda la lettura.
Innanzitutto perché si tratta di un volume , che pur analizzando i diversi aspetti della problematica migratoria, negli ultimi anni e nella fase attuale, in particolare il rapporto tra emigrazione-immigrazione-emigrazione di ritorno, dedica buona parte della sua attenzione al fenomeno delle nuove emigrazioni dall’Italia. Queste ultime, come la maggior parte delle ricerche e testimonianze presenti nel libro evidenziano e rappresentano la fase nuova dei movimenti migratori e rispetto al passato permettono di valorizzare aspetti del tutto originali dei fenomeni migratori. Ad esempio, rispetto ai tradizionali flussi migratori che hanno riguardato in diverse fasi l’Italia, ma anche l’Europa, si può far rilevare che ai flussi in uscita oggi non corrisponde un vero e proprio flusso di ritorno. Quindi il saldo migratorio è davvero tutto espresso (al netto) dai giovani che vanno via. 

RINNOVO dei COMITES: I partiti padroni di niente

di Rodolfo Ricci
L’ emendamento approvato in Commissione Esteri e Difesa riguardante il rinnovo dei Comites (rimandato per oltre 5 anni poiché lo Stato “non aveva i soldi necessari -circa 10 milioni- per finanziarne l’elezione”) recita tra l’altro, quanto segue:
(Con il secondo emendamento si aggiunge un intero comma all’articolo 15 in materia di raccolta firme per i partiti o movimenti politici.)