Nuova emigrazione in Germania: i problemi dei bambini in età scolare

Servizio di Luciana Mella (da Radio Colonia)
Sono molte le famiglie che arrivano dall'Italia portando con sé figli in età scolare. Ma poche sanno come muovere i primi passi nel sistema scolastico tedesco.

Mai come in questi ultimi tre anni interi nuclei famigliari si sono trasferiti in Germania dall'Italia. Oltre alla ricerca di un lavoro e di un alloggio, un altro problema si sta acutizzando: l'inserimento dei ragazzi nella scuola tedesca. Si parte con l'idea che il sistema scolastico tedesco sia simile a quello italiano e che, come accade in Italia, i propri figli, anche se non sanno il tedesco, vengano automaticamente inseriti nelle classi di appartenenza.

A seconda dei diversi modelli e progetti di integrazione scolastica presenti sul territorio, gli alunni di origine straniera vengono riuniti nelle così dette Vorbereitungsklassen, classi propedeutiche, dove rimangono in genere due anni e dove viene insegnato loro principalmente il tedesco. 

Durante la settimana frequentano solo in parte le lezioni che seguono i ragazzi tedeschi. A Colonia, così come in molte città del Nordreno Vestfalia, gli stranieri che devono iscrivere i propri figli a scuola vengono invitati a recarsi al Kommunales Integrationszentrum, centro comunale per l’integrazione. Attraverso un colloquio tra i responsabili dell'ufficio scolastico, i ragazzi e i genitori e la presa in visione delle pagelle scolastiche e l'accertamento delle conoscenze del tedesco, dell'inglese e della matematica, si viene indirizzati in una o nell'altra scuola, o inseriti nelle classi propedeutiche.


Ascolta il servizio radiofonico:

http://www.funkhauseuropa.de/sendungen/radio_colonia/italmondo/zugewanderte100.html